« Vai al sito CNGEI

CNGEI Scout - Lupetti e Lupette

Imparare Giocando

- 22 Settembre

Fiutiamo la preda: la Progressione Verticale(PV)

Intervista alla Muta Nazionale della Branca Lupetti sulla Sperimentazione PV

Novanta Branchi in tutta Italia, 4.000 lupetti coinvolti e quattordici percorsi su cui impegnarsi: questi i numeri della Sperimentazione che la Branca Lupetti ha lanciato a Interbranca 2017 su un tema importantissimo come la Progressione Verticale. Ma quali sono le ragioni, gli scopi e le tappe principali di questa sperimentazione? Per capirci un po’ di più, i cronisti di Notizie Giungla sono andati a chiederlo direttamente alla Commissione Consultiva di Branca L, alias la Muta Nazionale!

Arrivati a Roma dopo un lungo viaggio in treno, entriamo nella Sede nazionale del CNGEI, dove la Muta sta facendo riunione, ed ecco la prima sorpresa: invece di essere chini sugli incartamenti, i membri della CoCon se la stanno spassando giocando a carte!

«Ah, è così che si sperimenta?!», gli chiediamo, abbracciandoli uno per uno.
Ridendo, ci mostrano le carte da gioco, che in effetti non sono né da briscola, né da rubamazzo, ma hanno i bordi colorati e una piccola testa di lupo disegnata in un angolino.

«E queste a che servono?»
Muta: «Sono le nuovissime carte che abbiamo dato ai lupetti per la Sperimentazione, servono a fiutare la preda…»

Incuriositi, ci sediamo con loro e iniziamo la nostra intervista.

«Partiamo dall’inizio: perché una sperimentazione proprio sulla PV?»
Muta: «La Progressione Verticale è fondamentale per rendere i lupetti e le lupette protagonisti del proprio personale cammino nella Giungla. Abbiamo voluto inventare un nuovo modo di giocare la PV che potesse essere più divertente, accattivante e meglio inserito nella vita di Branco».

«Quali obiettivi vi siete dati per la sperimentazione?»
Muta: «La nuova PV che abbiamo proposto quest’anno è stata pensata a partire da alcuni semplici focus. Semplificazione: le prove devono essere comprensibili, coerenti e graduali. Centralità del lupetto: abbiamo pensato a una mappa per consentire ad ognuno di controllare e avere il controllo del proprio percorso, con l’aiuto dei Vecchi Lupi. Crescita in Branco: le prove non saranno più “separate”, ma verranno inserite nelle attività e nei giochi che il Branco normalmente svolge! Percorso per età: i lupetti partono dalla tappa legata alla loro età, anche se entrano in Branco qualche anno dopo.

«Sembra tutto bellissimo, ma anche piuttosto complesso da realizzare… qual è la chiave di volta, il cambiamento principale che la sperimentazione propone?»
Muta (incrociando le braccia con aria solenne): «I 14 percorsi». Da un angolo parte inaspettato un GONG, ci giriamo di scatto e c’è Piersanti con in mano un piatto di metallo tibetano che annuisce lentamente.

«…uhm… ok, e cosa sarebbero i 14 percorsi?»
Muta (dopo un altro GONG di Pier): «La via per raggiungere la Treccia Gialla! Ad ogni lupetto saranno proposti 14 percorsi, ognuno dei quali è collegato con le Parole Chiave della Promessa. Completare i percorsi significa, dunque, impegnarsi quotidianamente a cacciare per aderire sempre più alla Promessa! Non si tratta più di “prove” da superare, ma di comportamenti da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni».

«…e quel distintivo viola e giallo di cui abbiamo sentito tanto parlare?»
Muta: «Abbiamo creato un nuovissimo distintivo “Cucciolo d’Uomo”, che raccoglie alcune prove della vecchia PV, e che ogni lupetto potrà cacciare nell’arco dei quattro anni di permanenza in branco, dimostrando di essere un esperto di tutte quelle piccole cose che fanno parte della vita scout: canzoni, bans, nodi…»

«Wow! E il famoso mazzo di carte?»
Muta: «Allora, concentratevi e seguiteci, sembra tortuoso ma è semplice. Si crea un mazzo di 14 carte da gioco (più una bonus per la capacità da associare) per ciascun lupetto (fornite da noi!), corrispondenti ai 14 percorsi, e i lupi vengono suddivisi equamente per ogni vecchio lupo. Ed ecco che, lanciata e spiegata la PV al branco, è il momento di “fiutare la preda”! Dopo aver riflettuto singolarmente sulla propria posizione nei vari percorsi, il lupetto giocherà con le carte assieme al vecchio lupo di riferimento (fase di contrattazione), e alla fine compilerà la Pista di Akela dove compariranno visivamente tutti i percorsi e i comportamenti su cui concentrare le proprie energie per raggiungere la traccia. Naturalmente la fase di fiutare la preda verrà ripetuta periodicamente, per dar modo ai lupetti di verificare i passi avanti fatti durante l’anno».

«Chiaro! A che punto siamo con la sperimentazione?»
Muta: «Quasi alla fine! I branchi sperimentatori ci faranno avere le loro opinioni su com’è andata, quindi manderemo tutti i risultati al gruppo di persone elette dall’Associazione e loro dovranno decidere se il nuovo gioco della PV si ripeterà anche negli anni prossimi, per tutti i lupetti e le lupette d’Italia!»

«Allora aspettiamo fiduciosi! Grazie e a presto, teneteci da parte un mazzo di carte!»
Muta: «Grazie a voi, siete il top!»

Lorenzo & Enrico

Team Comunicazione Branca L